La Laguna, Tenerife

La Laguna, Tenerife

Mezza giornata… ti basterà allontanarti mezza giornata dalle assolate spiagge di Tenerife per scoprire una città gioiello come San Cristóbal de La Laguna.

Case signorili, strade acciottolate, chiese e un’aria indubbiamente coloniale ti riporteranno indietro nei secoli, agli Inizi della storia dell’isola, quando gli aborigeni ormai sconfitti cedettero il passo agli Spagnoli, Tenerife venne annessa alla Corona di Castiglia e La Laguna si trasformò nella prima e più antica capitale dell’Arcipelago.

Dichiarata nel 1999 patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è anche una città universitaria, centro episcopale e sede dell’aeroporto di Tenerife Nord. Purtroppo è anche la città dove piove di più nelle Isole Canarie, ma la visita non vi deluderà di certo!

Il primo consiglio è quello di visitarla a piedi, lasciando l’auto parcheggiata dietro la Plaza del Adelantado. Da qui si può iniziare un percorso di poco più di un’ora che ti porterà attraverso tutto il centro storico.

Venne fondata nel Luglio del 1496 e prende il nome da San Cristóbal (patrono di viaggiatori, banchieri e marinai) e da un’antica laguna formata dalle acque delle montagne più vicine che si seccavano durante l’estate.
La scelta di questa zona come primo insediamento non fu casuale: disponibilità di acqua dolce, la sua distanza dal mare, il trovarsi all’interno di una valle ed una superficie pressochè piana, un lusso che si apprezza soprattutto se si ha già visitato altri luoghi di Tenerife come Puerto de la Cruz o La Orotava!

Merita anche solo per la sua architettura, ma se avete voglia di passeggiare un po’ di più abbiamo alcune “chicche” da consigliarvi!

Plaza del Adelantado
Dedicata ad Alonso Fernández de Lugo (1456-1525), conquistatore dell’isola di Tenerife.
Adelantado è un titolo assegnato dalla Corona di Castiglia a tutti coloro che sono apprezzati per le loro qualità militari ed è proprio a Don Fernández che fu affidato il comando della spedizione e fu concesso il governo delle aree conquistate.

Piccolo eremo di San Miguel
Si erge come il più antico della città ed è dedicato all’arcangelo San Michele, capo degli eserciti.

Casa di Nava e Grimón
La Laguna era considerata la capitale intellettuale delle Isole Canarie e qui si incontrarono intellettuali e grandi pensatori del 17 ° secolo per discutere di politica, cultura o religione.
L’edificio è realizzato in pietra vulcanica e ha uno stile barocco.

Chiesa di Santa Catalina de Siena
Guardando in alto colpisce subito il balcone ajimez, una veranda con un reticolo che permette di vedere fuori ma non essere visti, luogo ideale per le suore del convento che lo abitarono per secoli.
Al suo interno riposa ancora il corpo di suor María Jesús de León, nota come la “servetta”, una religiosa alla quale si accreditano diversi miracoli, stigmate, levitazione e chiaroveggenza.
Morì nel 1731 e quando tre anni dopo il suo corpo fu riesumato fu trovato ancora in perfette condizioni.

Calle Obispo Rey Redondo
Al contrario delle altre strade, questa non è lineare, ma non per un errore di progettazione…
La storia racconta che vi fu una grande rivalità tra Alonso Fernández de Lugo e gli alti ranghi ecclesiastici di La Laguna.
Entrambi lottarono per detenere il potere assoluto sulla città e la curva che chiude questa calle venne decisa proprio dal militare per non dover vedere la torre della Chiesa La Concepción da casa sua.
Insomma non voleva vedere né la chiesa né i suoi preti! 😀

A questo punto, passeggiando, avrai già notato l’ampio utilizzo dei colori per le facciate dei palazzi: la Casa del Corregidor in pietra rossa, la casa di La Alhóndiga di colore blu o la casa Alvarado Bracamonte di colore giallo.
In quest’ultima ti consigliamo di entrare per ammirare il bellissimo patio circondato da un magnifico balcone in legno delle Canarie, un piccolo giardino, una fontana e un albero di noce di oltre 200 anni.

Virgen de Los Remedios
E’ la Cattedrale di La Laguna e senza dubbio uno dei simboli della città.
La costruzione della sua facciata è in stile neoclassico e ispirata alla cattedrale di Pamplona.

Chiesa de La Concepción
Già precedentemente citata, vanta una torre alta 28 metri, che ospita anche la più grande campana delle Isole Canarie.

Casa di Salazar
E’ un antico palazzo costruito nel 17 ° secolo in stile barocco.
Purtroppo nel 2006 venne devastata da un grande incendio e ad oggi solo la facciata in pietra dell’edificio si è conservata, il resto è stato letteralmente divorato dalle fiamme.
Sulla facciata troviamo lo scudo di famiglia in marmo con 13 stelle, ma meritano anche i doccioni con forme zoomorfe e il patio centrale adorato con alberi di arancio.

Casa Lercaro
Apparteneva alla famiglia Lercaro, una famiglia di banchieri genovesi, élite dell’aristocrazia Canaria.
Il loro nome è soprattutto legato a una leggenda molto misteriosa…
Caterina, figlia di Antonio Lercaro, venne costretta a sposare un uomo molto più vecchio, che godeva di una buona posizione economica. Questo matrimonio di convenienza, la gettò in una tale disperazione da decidere, il giorno del suo matrimonio, di suicidarsi gettandosi nel pozzo che si trovava nel cortile della sua casa.
La leggenda suggerisce che il corpo di Catalina fu sepolto in una delle sale del palazzo, perché, essendosi tolta la vita, la Chiesa cattolica si oppose ad una sepoltura cristiana in un cimitero. Da allora molte persone affermano di aver visto lo spettro della giovane Lercaro passeggiando per le sale del palazzo.
Attualmente quello di Catalina è il più famoso spettro delle Isole Canarie ed è una delle storie di fantasmi più conosciute dell’intera Spagna! 😉

Santuario del Santo Cristo di La Laguna
Si trova su un lato di Plaza de San Francisco e anche se il suo esterno non è particolarmente suggestivo, l’interno di questa chiesa ospita nella sua navata uno dei gioielli artistici più importanti dell’isola di Tenerife.
L’immagine di Gesù di Nazaret crocifisso, infatti, è una delle più antiche immagini religiose dell’arcipelago
Si tratta di una scultura a grandezza naturale posta su una croce d’argento: la sua muscolatura estremamente realistica è semplicemente perfetta, soprattutto considerato che venne realizzata nel 16 ° secolo.

 

Piaciuta questa gita a San Cristóbal de La Laguna?
Noi ce ne siamo innamorati… per l’ennesima volta!

Privacy Policy

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter