Costa del Silencio, Tenerife

Costa del Silencio, Tenerife

Costa del Silencio è insediamento turistico – residenziale, tra le prime aree di Tenerife ad essere urbanizzata a partire dal 1963 grazie alla volontà di alcuni investitori, principalmente Belgi, da cui l’altro nome con il quale viene chiamata, TENBEL.
Le strutture più antiche dopo più di 50 anni cominciano a mostrare i segni del tempo, ma un’azione di recupero già in atto sta riqualificando l’intera area con l’obiettivo di riportarla agli antichi splendori.

Costa del Silencio non dispone di una propria spiaggia, in compenso ha una grande scogliera di origine vulcanica quasi completamente percorribile da comodi sentieri e da un lungomare che costeggia acque cristalline, piscine naturali e alcuni tra i fondali più belli di tutta l’isola.
Qui si possono trovare anche aree attrezzate per il nuoto, il diving, solarium e scale per accedere al mare.
Essendo una costa protetta dalle forti correnti, le spiagge e le zone balneari sono molto tranquille, perfette per godersi una giornata di relax fuori dal trambusto che caratterizza le spiagge più turistiche.
Imperdibile una visita alla Montaña Amarilla, scolpita nei secoli dalle onde e dal vento e spettacolare nelle ore verso il tramonto, quando i riflessi dorati del sole ne risaltano ulteriormente le striature gialle, ocra e amaranto.

Costa del Silencio si trova nella parte più a sud di Tenerife, dove il clima è mite e soleggiato anche nei mesi invernali, una località ideale per chi trova eccessiva la vitalità dei centri abitati più frequentati come Las Americas o Los Cristianos che comunque distano pochi chilometri e sono ottimamente collegati anche dai trasporti pubblici.
Nonostante questo non manca di una spiccata vocazione turistica: la via principale offre tutti i servizi utili per la vita quotidiana oltre a tantissimi ristoranti e bar, mentre la costa vi incanterà per bellezza e per le tante possibilità di godere della natura con escursioni a pieni o via mare.

Dove finisce Costa del Silencio inizia il pueblo di Las Galletas, tradotto letteralmente “i biscotti”. Si narra infatti che nel XIX secolo un commerciante che trasportava una quantità considerevole di gallette naufragò al largo di queste coste e buona parte delle casse del carico raggiunse indenne la riva, per la gioia degli abitanti del villaggio che in seguito chiamarono così la zona.

Le origini di questa località sono tuttora evidenti: la vita dei pescatori, la loro attività commerciale come anche ad altri servizi implementati in funzione della vita in mare e/o per gli sport acquatici sono il cuore pulsante di un “paesone” che offre in egual misura servizi e divertimento.
Imperdibile è la passeggiata lungo il molo del piccolo porto naturale, ampliato per fornire ormeggi ad un numero sempre crescente di imbarcazioni sportive e da diporto.

Las Galletas ha anche una sua spiaggia di sabbia ciottolosa che secondo un progetto già approvato nei prossimi anni verrà ampliata e abbellita al pari di arenili più conosciuti.
Due i viali pedonali interni, uno verde molto vicino alla spiaggia attrezzi per mantenersi in forma e salute, un altro più centrico e costeggiato solo da negozi.

Privacy Policy

Seguici su Facebook

Iscriviti alla Newsletter